sci assicurazione casco
Home - Covid-19 - Sci, più sicurezza e nuove regole in pista

Sci, più sicurezza e nuove regole in pista

Dal 1° gennaio 2022 è obbligatorio il casco per i minorenni. Assicurazione Rc per tutti

di Paolo Ribichini
Pubblicato: Ultimo aggiornamento:

Se stai per raggiungere uno dei tanti comprensori sciistici italiani, sappi che con l’arrivo del 2022 sono cambiate alcune norme, ad iniziare dall’obbligo di assicurazione verso terzi, mentre viene esteso l’obbligo del casco sugli sci.

Gli sciatori italiani sono quasi 4 milioni. Nel solo anno solare 2019, secondo il Sistema Nazionale di Sorveglianza sugli Incidenti in Montagna, gli infortuni sulla neve sono stati circa 30 mila: una media di quasi 190 al giorno nel periodo della stagione sciistica. Di questi, circa 1.700 hanno richiesto il ricovero in ospedale. Con la riapertura dopo lo stop dello scorso anno e con gli ospedali comunque ancora in piena emergenza, il governo ha deciso di dare un giro di vite al problema degli infortuni sulla neve. Così, a partire dal 1° gennaio 2022 sono scattate le nuove norme con quattro importanti novità per la sicurezza.

sci seggiovia assicurazione casco
Giovani sciatori in seggiovia | Photo by Glade Optics on Unsplash

Le novità

1. Obbligo di casco

Il casco, prima obbligatorio solo per i minori di 14 anni, è richiesto per tutti i minorenni. La decisione di estendere l’obbligatorietà è dovuta al fatto che la maggior parte degli incidenti vede coinvolti minori di 30 anni. L’obbligo riguarda anche per i minori che utilizzano lo slittino o che pratichino sci alpinismo. Le multe vanno dai 100 ai 150 euro.

2. Obbligo di assicurazione

Viene introdotta per la prima volta l’assicurazione obbligatoria per chi scia in pista. L’assicurazione è per danni provocati a terzi durante la pratica dello sci e delle altre discipline su pista. Il costo si aggira intorno ai 2,50 euro al giorno e i gestori degli impianti sono obbligati a offrire la copertura in fase di acquisto dello skipass. Chi è già assicurato per responsabilità civile verso terzi, non è tenuto al pagamento della quota.

3. Piste dedicate

Vengono introdotte piste dedicate alla tipologia di disciplina praticata. In poche parole, dovrebbero essere definite piste specifiche per chi pratica snowboard, mentre non si può utilizzare una pista da sci con uno slittino e viceversa. Viene, poi, introdotto un direttore di pista che vigila sul rispetto delle regole.

4. Defibrillatore sulle piste

Diviene obbligatorio per i gestori mettere a disposizione uno o più defibrillatori nei pressi degli impianti per soccorrere chi per un incidente o per motivi di salute dovesse subire un arresto cardiaco.

seggiovia sci assicurazione casco
Photo by Ethan Walsweer on Unsplash

Covid-19 e regole sugli impianti

Con l’aumento dei contagi, nei giorni scorsi sono state corrette leggermente le norme in merito al contenimento dei contagi da Covid-19. È obbligatorio, ora, indossare la mascherina FFP2 o superiore sugli impianti di risalita chiusi o con cupola protettiva. Quindi non si può più entrare in cabinovia con scaldacollo o semplice mascherina chirurgica sopra il naso. Gli impianti con cabine chiuse prevedono una capienza dell’80%, mentre su questi è obbligatorio il green pass in zona bianca o gialla. In zona arancione, invece, per utilizzare qualsiasi impianto sarà obbligatorio il super green pass (compresi gli skilift).

Foto di copertina: Cyprien Delaporte on Unsplash

Ti potrebbe interessare anche...