Marmolada on the top, sulle tracce della storia

di Redazione

Una vista spettacolare, sulle tracce della storia. Sulla Marmolada a oltre 3mila metri di quota per godere di un panorama unico ci può arrivare chiunque grazie alle funivie prive di barriere architettoniche. L’impianto Marmolada – Move To The Top parti ti conduce alla scoperta di panorami sconfinati fino al 12 settembre. Giungi così alla terrazza panoramica di Punta Rocca – a 3.265 metri sul livello del mare – con balaustre vetrate, dove la vista si estende dalle cime dolomitiche fino alla laguna di Venezia e alle vette austriache, ma anche verso il basso mostrando in tutta la sua bellezza la strapiombante parete sud della Marmolada, da un lato e dall’altro verso il ghiacciaio più ampio delle Dolomiti e il Lago Fedaia. Da quest’anno i biglietti della funivia possono essere acquistati anche online per ridurre e velocizzare le code alle casse: dal sito di Funivie Marmolada o Dolomiti Superski, una semplice procedura consente di ricevere via mail un voucher con QR code, necessario per accedere agli impianti.

Marmolada Yoga
Yoga sulla Marmolada | Flavio Alberti @flaski

Gli eventi in quota

Sulla Marmolada, su prenotazione, puoi partecipare ad alcune iniziative che combinano panorama, svago e benessere. Yoga dalla Regina propone ogni venerdì, dal 9 luglio al 3 settembre, lezioni di yoga in quota, seguite da una colazione presso il bar della stazione di Serauta (2.950 m). Altro imperdibile evento è Tramonto in Jazz, programmato per il 20 agosto. Per l’occasione, tempo permettendo, potrai godere dell’Enrosadira, i riflessi rosa delle Dolomiti al calar del sole, da ammirare dopo aver gustato un aperitivo al ritmo della musica jazz.

Il Museo della Grande Guerra

Se sei un amante della storia, puoi visitare il Museo Marmolada Grande Guerra 3000 M, completamente rinnovato e ampliato nel 2015. Segui il percorso multimediale attraverso la vita quotidiana del soldato: scorci di umanità, testimonianze e resti emersi dalle gallerie scavate nel ghiacciaio della Marmolada durante la Prima Guerra Mondiale, dove volutamente viene posta l’attenzione sull’aspetto emotivo della guerra e la dura vita dei soldati, senza rimarcare differenze di bandiera o nazionalità. Inoltre, puoi fare affidamento alla guida interattiva Geochip che permette di conoscere e approfondire in autonomia gli aspetti più importanti della Marmolada e del Museo Marmolada Grande Guerra 3000 M.

marmolada
Un tratto della ferrata sulla Marmolada

Dalla stazione di Serauta, infatti, si snoda un percorso alla scoperta della Zona Monumentale Sacra: uno stretto sentiero sul versante sud-est di Serauta, ben tracciato e agevolato con una fune metallica nei passaggi più stretti ed esposti, che attraversa antichi camminamenti da cui si possono vedere la caverna del posto di comando, l’osservatorio, l’infermeria e la stazione della teleferica del fortilizio italiano. Dedicato a escursionisti più esperti, inoltre, l’itinerario che conduce a Forcella Vu, dove probabilmente si trovano ancora sepolti 15 fanti italiani caduti a causa di una mina austriaca: un percorso che è possibile effettuare in tutta sicurezza con l’accompagnamento di una guida specializzata, su prenotazione. A completamento delle gite e delle escursioni, ci si può rifocillare al ristorante di Serauta o al bar di Malga Ciapèla. In ogni caso, per qualsiasi tipo di escursione è bene equipaggiarsi adeguatamente con scarpe da trekking, vestiario idoneo ed eventuale attrezzatura da ferrata per affrontare i percorsi più difficili.

Ti potrebbe interessare anche...