Bruges città delle fiandre
Home - Belgio - Le città delle Fiandre da scoprire a piedi

Le città delle Fiandre da scoprire a piedi

In soli 10 mila passi puoi visitare castelli, palazzi e canali

di Redazione

Storia e cultura. Nelle Fiandre le città si scoprono a piedi. Anversa, Bruges, Gent, Lovanio, Mechelen sono le città ideali per una visita camminando: le piccole dimensioni e il silenzio permettono di muoversi lentamente e di cogliere tutta la ricchezza del paesaggio in modo sostenibile e sicuramente rilassante. Terrazze sull’acqua, antiche abbazie, torri altissime, musei patrimonio dell’Unesco sono solo alcuni degli scorci che puoi vedere nelle città d’arte delle Fiandre. Scopriamo come visitare le città fiamminghe in 10 mila passi.

Anversa, la città dalle mille facce

La storia di Anversa scorre tra le acque del fiume Schelda che la attraversa. Per scoprire la città devi partire da Het Steen, fortezza secolare oggi sede del centro visitatori, per poi perderti nelle strade del centro storico tra le facciate di antichi palazzi e strette vie pittoresche. Visita la casa-museo del pittore Peter Paul Rubens, l’imponente cattedrale e il Museo Plantin-Moretus, patrimonio mondiale dell’Unesco. Pianifica però i tuoi 10 mila passi con cura, perché c’è “un’altra Anversa”, quella moderna e contemporanea, dei vecchi docks, con il MAS e i quartieri di tendenza che si sposa perfettamente con quella secentesca, in un interessante contrasto di architetture. Infine, raggiungi il Museo Reale di Belle Arti Anversa KMSKA, che riaprirà il 24 settembre dopo una lunga ristrutturazione che ha visto anche un ampliamento della struttura.

bruges città delle Fiandre
Bruges e i suoi canali | Foto di Pieter D. Hoop (www_pdsign_be)

Bruges, la cittadina patrimonio dell’Unesco

Camminare per le strade di Bruges è come entrare in un sogno o fare un viaggio nel tempo. Sono tanti i luoghi iconici secenteschi quando mercanti, mecenati d’arte e artisti si incrociavano lasciando tracce oggi ancora visibili in tanti edifici della città. Rimarrai subito colpito dalle vie acciottolate del centro storico che collegano il Rozenhoedkaai alla Piazza del Mercato, dal Lago dell’Amore e dal Beghinaggio, anche per l’atmosfera calma in cui sono immersi. Con una barca puoi andare alla scoperta di giardini segreti, ponti romantici e facciate medievali riflesse sull’acqua dei canali che l’hanno resa famosa in tutto il mondo e che le è valso l’appellativo di “Venezia del Nord”. Scopri il Musea Brugge che, dalla primavera 2022, propone un nuovissimo concept al Salon Arnts, una location storica in cui vengono organizzati eventi con tematiche legate all’attualità ed esposizioni temporanee, un luogo di incontro dove riflettere sul futuro del patrimonio, dell’arte e dei musei.

gent città delle Fiandre
Gent e il castello dei Conti di Fiandra | Foto di Milo Profi

Gent, un’insolita città a ritmo lento

Ti basteranno molto meno di diecimila passi per visitare buona parte di Gent. Percorri il lungo fiume, tra turisti e studenti che prendono il sole e sorseggiano una birra e poi raggiungi i vari musei e l’itinerario della street art. Ma senza fretta. Goditi anche una pausa su uno dei verdi prati della città. Visita poi il Museo di Belle Arti di Gent – MSK, il più antico del Belgio, a partire da settembre 2022 inizierà un intero anno di festeggiamenti in occasione del 225° anniversario della sua fondazione. Le celebrazioni prevedono tre mostre, un tour storico delle gallerie e una serie di progetti artistici per le strade della città.

Lovanio, la città d’arte dal cuore giovane

Famosa per la birra e per il suo municipio gotico, Lovanio è un contrasto di passato e presente. Una delle città del Belgio che maggiormente attirano giovani, si è recentemente classificata tra le cinque “European Best Destinations”. Si tratta di un’affermazione che deve, oltre alla ricchezza culturale, all’ottima qualità della vita e alla sua particolare attenzione allo sviluppo sostenibile. Inoltre, è stata votata come migliore destinazione ‘Open-Minded’, per la sua tolleranza e la sua inclusività. A piedi puoi raggiungere le quattro importanti abbazie appena fuori dal centro cittadino, e perderti nel verde del più antico giardino botanico del Belgio. Ma non perderti l’università e la sua biblioteca, con la sua stupenda sala di lettura completamente in legno. Visita, infine, la chiesa di Saint Peter: qui, dal 2020, le opere d’arte della collezione, tra cui l’Ultima Cena di Dieric Bouts, sono conservate nella loro cornice originale e, grazie a tablet e hololens, prendono vita con risultati visuali stupefacenti.

mechelen città delle fiandre
Tra i canali di Mechelen di sera | Foto di Milo Profi

Mechelen, l’ex capitale dal fascino unico

Mechelen è stata capitale dei Paesi Bassi ed è ricchissima di chiese antiche, case decorate, testimonianze di epoca borgognona. E la sua comunità ha un’impronta fortemente multiculturale. Dalla sommità della torre campanaria di San Rombaldo alta 97 metri puoi ammirare tutta la città dall’alto. In pochi passi raggiungi il magnifico Palazzo di Margherita d’Austria, in stile tipicamente rinascimentale. Si tratta di uno dei palazzi che hanno ospitato una delle corti più importanti al mondo sotto il profilo culturale. Infine sali a bordo di una barca e fai un giro sul fiume Dyle per scoprire il Grande Beghinaggio per una visita a uno dei birrifici più antichi del Belgio, Het Anker.

Le città delle Fiandre

Ti potrebbe interessare anche...