atomium bruxelles in famiglia
Home - Belgio - Bruxelles in famiglia, ecco cosa vedere

Bruxelles in famiglia, ecco cosa vedere

di Redazione

Maggio e giugno sono i mesi migliori per scoprire la Capitale delle Capitali, Bruxelles, in famiglia. La città belga è perfetta per scoprirla con i bambini. Dicono che non sia una città “bella”, ma è certamente una città affascinante. Dalle installazioni interattive del Parlamento Europeo agli ambienti avveniristici dell’Atomium, dai personaggi dei fumetti alla dolcezza del cioccolato: a Bruxelles c’è solo l’imbarazzo della scelta. Scopriamo insieme cosa vedere in città.

L’Atomium

Realizzato in occasione dell’Expo del 1958, l’Atomium è uno dei simbolo di Bruxelles. Si tratta di un edificio a forma di atomo di ferro, una struttura a sfere collegate da grandi tubi, divenuta un pezzo unico nella storia architettonica europea. Ogni anno viene visitato da 600 mila persone. Una volta all’interno, potrai vivere un’esperienza surreale, attraverso spazi e volumi sbalorditivi, spesso paragonati a quelli di un sottomarino o di un’astronave. A rendere ancora più coinvolgente la visita contribuiscono le numerose installazioni digitali multimediali che proiettano il visitatore in un’esperienza onirica multi-sensoriale. Inoltre, le diverse sfere ospitano mostre temporanee e permanenti, come la retrospettiva dedicata alla storia del monumento, mentre nella sfera più alta si trovano un ristorante e un’ampia area panoramica sulla città.

Mini Europa

Proprio a pochi passi dall’Atomium troverai lo storico parco a tema Mini Europa. Visita questo parco con i bambini per fargli scoprire, divertendosi, tutti i segreti del Vecchio Continente. Inaugurato nel 1989, dispone di 350 modellini realizzati in scala 1:25 che rappresentano 80 città.

Il cioccolato e le cioccolaterie

Altra icona della città di Bruxelles è il cioccolato. Si tratta della colonna portante della tradizione gastronomica della città. Si possono conoscere tutti i segreti della sua produzione grazie a itinerari turistici, workshop e pacchetti a tema. Il cioccolato belga è conosciuto e apprezzato per il suo aroma particolarmente intenso e per l’utilizzo di materie prime eccellenti, a cominciare dal burro di cacao, realizzato con il 100% di cacao, senza grassi vegetali alternativi come l’olio di palma. Bruxelles, inoltre, è la patria mondiale della pralina, inventata nel 1902 da Jean Neuhaus sotto le arcate delle Gallerie Reali Saint-Hubert. Nella zona della Grand Place si può visitare un Museo che propone un entusiasmante percorso nel mondo e nella storia del cioccolato, dalle coltivazioni dei Maya e degli Aztechi di 3.000 anni fa alle tecniche di lavorazione più recenti, utilizzate per trasformare il cacao prima in cioccolato e poi in praline. Con i bambini puoi visitare anche il Belgian Chocolate Village, la più grande esposizione dedicata al cioccolato di tutto il Belgio, con tanto di laboratori esperenziali.

europa bruxelles in famiglia
Bandiere di fronte al Parlamento europeo | Foto di NakNakNak da Pixabay

Il Parlamento europeo

Anche il Parlamento Europeo si candida a tappa imprescindibile per un soggiorno “in famiglia”. I più grandi potranno interessarsi alle visite guidate durante le sessioni di lavoro nell’Emiciclo e imparare la storia dell’Unione all’interno della House of European History. I più piccoli potranno scoprire i segreti dell’Unione Europea con le installazioni multimediali del Parlamentarium. Scopri anche il Palazzo Europa che è la sede del Consiglio Europeo e dell’Unione Europea, costruito dall’architetto Michel Polak nel 1922 in stile Art Déco.

I fumetti

Altro simbolo della città e di tutto il Belgio sono i fumetti. Tre i personaggi entrati nel cuore degli amanti del genere: Tintin, reporter giramondo sempre alla ricerca di notizie e misteri da risolvere in compagnia del suo cane Milou, Lucky Luke, cowboy irriverente “che spara più veloce della propria ombra”, e i Puffi, folletti blu abitanti di un villaggio invisibile, fatto di casette a forma di fungo, in perenne lotta contro Gargamella, lo stregone aspirante alchimista. Passeggiando nelle vie del centro, non è raro imbattersi in coloratissimi e giganteschi murales che riproducono personaggi e scene cult. A tutte le star delle “comics”, e ai loro numerosi fan, Bruxelles dedica il Musée de la Bande Dessinée, museo del fumetto realizzato all’interno di un palazzo Art Nouveau progettato dal celebre architetto Horta che, da solo, vale la visita. Tra memorabilia, bozzetti e altre sorprese, il museo promette un viaggio indimenticabile, alla scoperta della storia del fumetto e di tutti segreti dei personaggi più famosi. Non perderti, poi, anche il Moof – Museum Of Original Figurines dove si ammirano le ricostruzioni 3D a grandezza naturale di tutte le serie più famose, e si possono imparare le tecniche utilizzate per la creazione dei cartoni animati prima dell’avvento del digitale.

bruxelles per famiglie
A spasso per i vicoli del centro di Bruxelles | Foto di Walkerssk da Pixabay

Scoprire Magritte

Una pipa che non è una pipa, mele volanti al posto dei volti, uomini fluttuanti con la bombetta sul capo… e poi ombrelli, nuvole, colombe e tante altre icone, entrate nell’immaginario collettivo: è il surrealismo di René Magritte. Puoi visitare la casa (oggi trasformata in museo) nella quale ha vissuto per 24 anni. Troverai gli arredi originali. Ai piani superiori ospita una collezione di opere, fotografie, lettere e documenti personali che raccontano la storia di Magritte e dei suoi compagni surrealisti. Puoi anche visitare il Museo Magritte nella centralissima Place Royale, che custodisce la più grande collezione al mondo dedicata all’artista con più di 200 opere tra dipinti, disegni, sculture, oggetti, poster pubblicitari, spartiti musicali, fotografie e, addirittura, filmati.

Booking.com

Ti potrebbe interessare anche...