Carinzia, Friuli e Slovenia. Trekking a cavallo dei confini

di Redazione

Camminare a cavallo del confine, passare da una nazione all’altra a piedi, tra valli e montagne. In Carinzia, la regione più meridionale d’Austria, ci sono innumerevoli itinerari ben segnalati, adatti a ogni livello di preparazione tra le creste alpine e soprattutto immersi in una natura rigogliosa e incontaminata. Così, con gli scarponi ai piedi, puoi attraversare quelle linee che lì, poco più di un secolo fa, rappresentavano il limite invalicabile, il dolore, la guerra. Così in Carinzia potrai raggiungere il Friuli, la Slovenia e la Venezia Giulia, fino al mare.

Alpe-Adria-Trail, dalla montagna al mare

Fiore all’occhiello dei percorsi di trekking della Carinzia è certamente l’Alpe-Adria-Trail, destinato a escursionisti che vogliono fare esperienze speciali e fuori dal comune. Questo lungo trekking collega tre nazioni (Austria, Slovenia e Italia) in 43 tappe lunghe in media 20 km ciascuna. La lunghezza ideale per spostarsi in una giornata. Ma puoi sempre stabilire la lunghezza delle tappe che si possono in ogni caso combinare o calibrare secondo le tue esigenze. Il centro prenotazioni Alpe-Adria-Trail fornisce assistenza per l’organizzazione di un itinerario personalizzato lungo le singole tappe (dotate di segnaletica ben visibile).

trekking carinzia
Un momento di riposo sulle rive di un lago carinziano | Foto di Franz Gerdl

Il Trail inizia alla Kaiser-Franz-Josefs-Höhe, un belvedere sul Pasterze, il ghiacciaio più grande delle Alpi orientali e attraversa la valle Mölltal raggiungendo Gmünd, la cittadina degli artisti. Attraversata la magnifica Millstätter Alpe e il parco della biosfera dei monti Nockberge, con la stazione termale di Bad Kleinkirchheim, prosegui verso Arriach, il centro geografico della Carinzia. Sali quindi sull’Alpe Gerlitzen, scendi al lago di Ossiach e per Velden sul lago Wörthersee raggiungi la Baumgartnerhöhe, a poca distanza dal lago di Faak. Nelle tappe seguenti, l’Alpe-Adria-Trail attraversa la stazione sciistica di Kranjska Gora in Slovenia, dove si svolgono le gare di Coppa del Mondo, segue il corso del fiume Isonzo dalle acque color verde turchese, attraversa il parco nazionale del Triglav in mezzo alle misteriose Alpi Giulie. Oltre il gruppo del Kolovrat attraverserai per la prima volta il confine con l’Italia e raggiungerai Cividale del Friuli. Oltre le dolci zone vinicole di Goriška Brda e dei Colli Orientali del Friuli, si raggiunge l’aspro paesaggio dell’altipiano del Carso. Ancora qualche chilometro, fino al porto sull’Adriatico di Muggia. Per informazioni, clicca qui.

Sentieri ad anello sopra i confini

Nell’angolo al sole della Carinzia si snoda il sentiero “Panoramaweg Südalpen”, premiato nel 2018 con il marchio di qualità per l’escursionismo in Austria, che attraversa i paesaggi della Rosental, del lago Klopeiner See – Carinzia del sud e della Lavanttal. Lungo oltre 200 chilometri, percorribili in 17 tappe giornaliere, il sentiero ti farà scoprire la catena delle Caravanche e dei fantastici panorami della zona di confine fra la Slovenia e la Carinzia. Sull’Alta Via del Kreuzeck (Kreuzeck-Höhenweg), nell’Outdoorpark Oberdrautal, gli escursionisti s’immergono nel silenzio dell’alta montagna tra le cime del gruppo del Kreuzeck. Dalla cima dell’Ederplan si scorgono 30 vette di 3.000 metri e 66 chiese.

campeggio trekking carinzia
Camminatori in tenda da campeggio sulle rive del Millstaetter See | Foto di Franz Gerdl

Anche il monte Dreiländereck offre fantastiche occasioni per l’escursionismo. Partendo dalla stazione d’arrivo della seggiovia Dreiländer-Jet, in circa 35 minuti di cammino raggiungi il punto dove s’incontrano i confini di Austria, Italia e Slovenia. Ma il percorso più bello è senza dubbio il Giro dei Tre Paesi (“Dreiländerwanderung”) che percorrerai in circa tre ore di marcia.

Poi c’è il monte Dobratsch, punto focale intorno al quale gravita una regione ricca di storia, punto d’incontro di tre diverse culture d’Europa. Intorno si distende un paesaggio ricco di valli dall’atmosfera speciale e dal carattere particolare che si svela fino in fondo solo a chi lo scopre camminando. L’intero Giro del Dobratsch è un sentiero straordinariamente vario, lungo 70 chilometri, che attraversa svariati ambienti naturali e paesaggi culturali.

Sulle tracce dei fossili, dei granati e…dell’amore

Uno dei percorsi più affascinanti è la Traversata Carnica (Karnische Höhenweg) che si snoda nell’area dell’Alpe Nassfeld / Pressegger See / Lesachtal / Weissensee per 155 chilometri lungo il confine tra la Carinzia e l’Italia. Qui puoi scoprire tracce geologiche che risalgono a 500 milioni di anni fa, e con un po’ di fortuna trovare anche fossili ben conservati.

Con il “Weg der Liebe. Sentiero dell’Amore”, nei pressi del lago Millstätter puoi vivere un intenso dialogo tra la natura e l’amore. Tra i rifugi Schwaigerhütte e la Lammersdorfer non si trovano solo i granati, le pietre preziose che simboleggiano l’amore. In ogni stazione lungo il sentiero, percorribile in circa tre ore, troverai una panchina di legno e un libro con una domanda sull’amore: potrai dire la tua e lasciare lì un pensiero.

Foto di copertina: camminatori sul Werbung_Katschberg (foto di Franz Gerdl)

Ti potrebbe interessare anche...

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti per migliorare la tua esperienza d'uso. Se prosegui la navigazione, riteniamo che tu sia d'accordo Accetto Voglio informarmi